Guida al trattamento fiscale degli autoveicoli

Paghe on line – il nostro servizio per elaborare le paghe in modo semplice, veloce ed economico, come funziona?

Aggiornato al 16/01/2013

06-04-2012 ultim’ora – novità

La detrazione IVA e la deducibilità dei costi delle auto:

Criterio per individuare la deducibilità dei mezzi di trasporto a quattro e due ruote:

Percentuali deducibili:

  1. 40%, (20,00 da 01/01/2013) aliquota destinata alla quasi totalità dei contribuenti, possessori di un’autovettura impiegata sia per uso proprio, privato, sia per questioni afferenti l’attività esercitata

  2. 80% per gli agenti di commercio

  3. 100% per autoveicoli/automezzi utilizzati esclusivamente nell’ambito dell’esercizio dell’attività di impresa

N.B: le aliquote sopra descritte sono valide nell’ambito del rispetto di una quota massimale, che nel primo caso (autoveicoli ad uso promiscuo), è pari ad euro 18.097,00 e nei secondi (agenti rappresentanti) è pari ad euro 25.823,00.

Si evince quindi che:

Autoveicoli per i quali opera la limitazione al 40%:

La detraibilita’ dell’Iva:

Importante annotazione:

RIEPILOGO DETRAIBILITA’ IVA E DEDUCIBILITA’ COSTI

La casistica aziendale, sia per la detraibilità dell’Iva che per la deducibilità degli ammortamenti e delle spese d’impiego, può essere cosi’ riepilogata:

Autocarri superiori ai 35 quintali:

Autovetture o autocarri inferiori ai 35 quintali non affidate a dipendenti:

Se ammettiamo un utilizzo esclusivo impresa/professione:

Autovetture o autocarri inferiori ai 35 quintali affidate a dipendenti:

Agenti e Rappresentanti:

LIMITI DI DEDUCIBILITA’ DEI COSTI D’ACQUISTO AUTO E MOTO

Riepiloghiamo qui di seguito i limiti di spesa degli auto-motoveicoli fiscalmente deducibili per imprese (esclusi agenti e rappresentanti) e professionisti dal 2008:

Autovetture:

Stessa autovettura affidata a dipendente per la maggior parte del periodo d’imposta:

Autovettura acquisita in leasing:

Autovettura acquisita in leasing ed affidata a dipendente per la maggior parte del periodo:

Canoni di noleggio auto:

Canoni di noleggio auto affidata a dipendente:

Motocicli:

Ciclomotori:

Considerazioni relative ai canoni di leasing:

TASSA DI LUSSO PER GLI AUTOVEICOLI

COSTI CHILOMETRICI:

  • Il 9 gennaio 2012 sono state aggiornate le tabelle ACI per il calcolo dei costi chilometrici delle auto, necessari per la determinazione dei “fringe benefit” concessi ai  dipendenti che utilizzino auto aziendali.

LA DISCIPLINA DEI FRINGE BENEFIT:

  • Le tabelle riportate comprendono le tariffe predisposte dall’ ACI, pubblicate nella Gazzetta Ufficiale entro il 31 dicembre di ogni anno e valide per l’anno successivo. Sono utilizzate come si diceva, per la determinazione del fringe-benefit, cioè della retribuzione in natura che deriva dalla concessione in uso ai dipendenti dei veicoli aziendali che vengono destinati ad uso promiscuo per esigenze di lavoro e per esigenze private.

  • Il valore convenzionato riportato, pari alla tariffa chilometrica riferita alla percorrenza annuale di 15.000 Km moltiplicata per 4.500 Km, resta invariato per l’intero anno di validità.

Quadro normativo:

  • La disciplina dei fringe benefit trova riferimento normativo nel dlgs n. 314/97 che, nel riscrivere l’articolo 48 del dpr n.917/89 (il Tuir), ha stabilito i criteri di determinazione del valore nel caso di affidamento di mezzo di trasporto. A tal proposito si veda anche l’articolo 54, comma 1, lettere a), c) e m) del dlgs n.285/92.

 LE TABELLE SUL SITO DELL’ACI


INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL:

STUDIO MARCONI

↑ Grab this Headline Animator

Servizio fornito da FeedBurner



Ti è piaciuto questo post? Perché non lasci un commento? Oppure puoi sottoscrivere i feed Rss e ricevere automaticamente i contenuti del mio sito. Se non hai un feed reader, puoi ricevere gli articoli direttamente nella tua mailbox. Basta cliccare qui.