Il TFR, come si calcola, come viene rivalutato e come viene corrisposto

 


Paghe on line – il nostro servizio per elaborare le paghe in modo semplice, veloce ed economico, come funziona?

AGGIORNATO AL 29/12/2011

Il T.F.R. denomintato anche “liquidazione” è l’importo che deve essere corrisposto al lavoratore in occasione della cessazione del rapporto di lavoro subordinato. Tale ammontare è determinato dall’accantonamento che il datore di lavoro opera annualmente, secondo un criterio in seguito specificato.

Come  si accumula il TFR:

  1. Lasciare il TFR in azienda, per poi riscuoterlo alla cessazione del rapporto di lavoro

  2. Destinare il TFR ad un fondo pensione, (previdenza complementare).

Tfr detenuto in azienda:

Lavoratori a tempo determinato (meno di sei mesi):

Liquidazione del Tfr:

Il trasferimento della propria posizione ad un’altra forma pensionistica complementare può avvenire:

Il riscatto, totale o parziale, della posizione è contemplato nei seguenti casi:

Quando il rapporto di lavoro finisce:

Come si calcola il TFR:

N.B: In presenza di uno stato di oggettiva necessità del lavoratore e ricorrendo determinati requisiti,  il T.F.R. può essere  devoluto anticipatamente rispetto alla cessazione del rapporto di lavoro.  Nella fattispecie il lavoratore deve aver maturato almeno otto ani di anziantità. In questo caso può essere corrisposto fino al 70% del T.F.R. fino ad allora accantonato.

In occasione della correspensione del T.F.R. il datore di lavoro procede alle seguenti operazioni:


N.B: L’imposta sarà oggetto di valutazione ed eventuale rettifica da parte dell’Amministrazione finanziaria. Tale rettifica è giustificata dal fatto che l’aliquota effettivamente applicata è basata  su una media delle tassazioni  dei 5 ANNI precedenti a quello della liquidazione.

MANOVRA MONTI – LE NOVITA’ INTRODOTTE:

Viene modificato il regime di tassazione:

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DEI DIPENDENTI

In pratica, si ha uno sdoppiamento del regime fiscale:

Come si rivaluta il TFR:

Come in precedenza specificato ogni anno il T.F.R. è oggetto di rivalutazione monetaria, per la parte accumulata fino alla data del 31/12 dell’anno precedente (l’ammontare accumulato nell’ultimo anno viene tenuto fuori dall’opera di rivalutazione poichè non oggetto di erosione inflazionistica) mediante un meccanismo di indicizzazione a base composta, costituito da due componenti:

In occasione di correspensione del T.F.R. in corso d’anno gli indici da considerare, ai fini della rivalutazione,  sono i seguenti:

RIVALUTAZIONE DEL FONDO TFR:

Quando viene pagata tale imposta:

N.B: L’entità del T.F.R. annualmente accantonato si desume dal modello CUD, consegnato al lavoratore.

Curatela del lavoratore in caso di inadempienza del datore di lavoro:

Fondo per l’erogazione del TFR ai lavoratori dipendenti privati:

Utilizzo del fondo quale forma di autofinanziamento:

Il TFR per i dipendenti del pubblico impiego:

Modalità di erogazione:

RIDUZIONE DEL PRELIEVO SUL TFR

MANOVRA MONTI: NOVITA’ IN TEMA DI TFM

DECORRENZA

Hai dei dubbi o vuoi formulare quesiti su questo argomento? Visita il nostro forum!

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL:

STUDIO MARCONI

↑ Grab this Headline Animator

Servizio fornito da FeedBurner



Ti è piaciuto questo post? Perché non lasci un commento? Oppure puoi sottoscrivere i feed Rss e ricevere automaticamente i contenuti del mio sito. Se non hai un feed reader, puoi ricevere gli articoli direttamente nella tua mailbox. Basta cliccare qui.